venerdì, luglio 15, 2016

Il Primo Sigillo di Alessio Vincenti


Non posso credere di star scrivendo queste righe finalmente. Questa recensione ne ha passato di tempo per essere scritta, non perché non riesco a trovare le parole da usare ma semplicemente per un sacco di altri casini che ho in giro, e purtroppo il fatto che il mio eReader si sia fulminato gioiosamente da solo non ha aiutato. La lettura de Il Primo Sigillo è stata fatta sullo schermo microbo del mio vecchio Iphone e questo mi ha rallentato un sacco purtroppo. Comunque eccoci qui!

Un sacco di mesi fa sono stata contattata da uno scrittore italiano, che mi ha gentilmente offerto di 
leggere il suo primo romanzo Fantasy pubblicato da 0111edizioni, capirete la mia emozione ricevendo quella mail. Anche se da solo probabilmente non avrei acquistato questo libro non trovandolo per me, devo dire che invece avrei commesso un errore, visto che l'ho trovato molto intrigante!
Bando alle ciancie cominciamo! 

Ho trovato la scrittura di Vincenti molto interessante, ricca di dettagli e parole importanti, devo anche ammettere che però a tratti questi dettagli sono stati troppi ed hanno bloccato lo scorrere della storia. Mi sono persa un pochino in alcuni tratti tra i pensieri dei protagonisti ed i salti da un personaggio all'altro. Sono rimasta disorientata anche all'inizio della storia, passiamo dal presente, nel nostro mondo, direttamente in un'altro senza alcuna spiegazione, ci ho messo qualche capitolo per ritrovarmi. Così come le parole di questo mondo alternativo dove è ambientata la storia, sono tante e sono strane e non avevo idea di cosa stessero parlando. Ho appena scoperto sul sito ufficiale della saga il glossario.
Tornando alla storia, molto interessante questo mondo parallelo al nostro, Gaian, ed il regno di Castillion con le sue città e principati. 
Il Primo Sigillo è diviso in tre capitoli diversi fra loro ma legati insieme da un'unico filo conduttore, che avremo modo di notare inoltrandosi nella storia. Un evento molto importante porterà dubbi e verità sconvolgendo la vita di tutti i protagonisti irreparabilmente. 
Ricco di personaggi oltremodo diversi fra loro, che impareremo a conoscere piano piano con il passare delle pagine e degli avvenimenti. Beh, li vedremo cambiare drasticamente dall'inizio del loro cammino. E' anche vero che essendo un prologo con dei capitoli differenti della storia raccolti fra loro, non riusciremo ad esplorare il loro cambiamento nel profondo ma notarlo non sarà complicato.

Si piccolo paragrafo, questo non è propriamente il primo libro della saga ma bensì come dicevo, una raccolta dei capitoli iniziali della lunga storia che l'autore ha in mente per i suoi personaggi. 

Vorrei giusto introdurvi alcuni dei personaggi principali, come Evan, giovane Re di Castillion, troppo giovane per un compito greve come quello, e fin troppo innocente e "debole". Si ritroverà presto nella situazione di dover prendere in mano le redini della sua vita e combattere per la sopravvivenza sua e del regno.

Sander, giovane ragazzo spauracchio e contadino, a cui verrà stravolta l'esistenza apparentemente senza motivo, un fanciullo che resterà nei margini della storia ma che avrà molta importanza. 

Pau, da dove parte tutta l'avventura, il primo personaggio che incontriamo, un uomo distrutto dal dolore della perdita della moglie che compirà un gesto estremo per incontrarla di nuovo, in mondo diverso dal nostro. A sua volta catapultato in una nuova realtà dovrà imparare a conoscere questo mondo iniziando dalla lingua e la storia, per poi finalmente andare alla ricerca della sua amata.

Non posso divulgarmi oltre con i personaggi altrimenti vi rovinerei mezzo libro.
Sotto i primi strati di lettura la trama è molto ben delineata ed assurdamente intricata. Tutti gli eventi finiranno per racchiudersi in un solo sconvolgente finale che stravolgerà ogni cosa. E come ciliegina sulla torta ci riporterà al prologo iniziale.

Sinceramente ha sconvolto anche me, tutto si è concluso in un'unico momento ricco di significato, ed improvvisamente mi sono ritrovata a "guardare" quello che stava accadendo fuori dalla vita dei protagonisti, quello che stava smuovendo il terreno e riaprendo una porta magica. 
Ho iniziato questo libro con un po' di fatica rimanendo disorientata per qualche capitolo ma, arrivando più avanti la lettura si è fatta molto più complessa ed interessante di quanto mi aspettassi!
Beh speriamo di avere presto novità sulla saga di Gaian.

xoxo -J






Nessun commento:

Posta un commento