sabato, agosto 29, 2015

Il Ragazzo che Entrò dalla Finestra e si Infilò nel Mio Letto di Kirsty Moseley


Questa settimana dopo un ardua scelta con il mio Kindle fra due validi romanzi sono arrivata alla conclusione di preferire, seppur di poco, il libro della Moseley a Le Streghe di Est End... Probabilmente era meglio il romanzo di Melissa De La Cruz.

Appena uscito, lo scorso inverno, Il Ragazzo che entrò dalla finestra e si infilò nel mio letto (che lagna di titolo) aveva suscitato il mio interesse mentre ora non riesco proprio a ricordarne il motivo.
Più che essere un romanzo mi è sembrato una storia breve a capitoli, non vorrei sembrare troppo acida ma, come può accadere tutto in circa due settimane? mi sembra un tantino eccessivo accalcare tutti gli eventi in un così breve lasso di tempo. Ma la cosa che non riesco a mandare giù è che alcune cose l'autrice poteva risparmiarsele, tanto più in un Young Adult.
La storia doveva raccontare di due fratelli con un passato di violenze da parte del padre e delle conseguenza attuali che si portano dietro. Ecco bene, nulla di tutto questo è riportato in modo quanto meno serio. La coerenza in questo "romanzo" è solo un lontano ricordo, la protagonista, Amber ragazza di sedici anni con ferite emotive profonde, a quanto dici la trama, è del tutto squilibrata. Io dico, se vuoi fare una cosa, perché farla così alla cavolo? perché non lo curi e lo tratti come si merita?

Non saprei da dove iniziare con questo libro della Moseley, forse dall'eccesso di importanza data alla bellezza dei due personaggi maschili? o delle fin troppe allusioni senza senso e contesto sul sesso? o forse dalle azioni compiute dalla protagonista che non hanno praticamente senso? o, perché no, dalla superficialità dei personaggi di contorno e dalla protagonista stessa?

Forse dall'inizio raccontato da un Amber di otto anni che vive i maltrattamenti e le cattiverie del padre nei suoi confronti e in quelli del fratello di dieci Jake. Non so se sia stata la traduzione italiana o il semplice fatto che in quel frangente le parole erano di una bambina, ma, ho trovato il tutto un po' troppo poco profondo e comprensibile ( per quanto non possano essere comprensibili certe cose.). 

Il famoso ragazzo della finestra, come molti di voi oramai sapranno, altri non è che un bambino di dieci anni che ha visto la sorellina del migliore amico piangere disperata in camera sua. Il fatto poi che ogni sera per i prossimi otto anni il bambino in questione si sia sempre infilato in quel letto è subito comprensibile, almeno questa parte è stata trattata abbastanza bene. Infatti Amber ha sempre avuto problemi con gli incubi, e nemmeno l'aiuto del fratello riusciva a calmarla, solo Liam ha l'effetto soporifero e tranquillizzante. 

Le vicende poi passano direttamente al presente dove i ragazzi vivono tranquilli senza più minacce dal padre e dove la madre, si esiste, lavora per un importante azienda lontano da casa, e si, lascia i figli da soli per settimane ma okayy. Dopo tutto quello che hanno passato poi. Il padre è stato cacciato a calci da Liam e Jake tre anni prima quando lo trovarono mentre cercava di violentare la figlia. Io dico ma chiamare la polizia e i servizi sociali no eh? tipo un po' di carcere non lo toglie nessuno in america a tipi così, ma okayy passiamo oltre anche su questo. 

Amber porta i segni di tutto questo, non riesce ad avere nessuno tipo di contatto con nessuno, persino le migliori amiche, se non con la famiglia (che include Liam come migliore amico di Jake e suo materasso notturno). E qui la Moseley sbaglia alla grande, ha impostato il libro su questa storia e poi... Grande studiosa e brava ballerina, si parla di ballo solo una volta ma okayy lo è, Amber non si accorge dei sentimenti che da anni Liam prova verso di Lei, nonostante ci dorma insieme e, come viene ripetutamente scritto, si noti eccome l'attrazione che Lui prova, tipo quando ballano o quando lo guarda in un certo modo o quando pattina, praticamente sempre. Poor Liam. 

Non starò oltre ad entrare nei dettagli ma devo arrivare al peggio e farò un giro lungo, in caso di Spoiler River Song avvertirà. 
Dopo un bacio ed una dichiarazione da parte di Liam, i due provano a mettersi insieme, ovviamente di nascosto al fratello, perché la cara ragazza non vorrebbe che venga ucciso se poi non funzionasse nulla. Andiamo Lui è pur sempre un playboy, come posso fidarmi del ragazzo che conosco da dieci anni e che praticamente vive con me?
Fino alle parole in maiuscolo ed inglese.
Volete una cosa squallida, ridicola ed immorale? dopo che a scuola si viene a sapere che il bel Liam è fidanzato parte una scommessa, cercare di portarselo a letto con una posta. Tutte le ragazze di quella scuola a quanto pare sono, scusate il termine, sgualdrine, visto che la posta sale a 4.200 dollari. Non credo che in una scuola americana capitino certe cose. Povere scuole americane.

Qui torna in ballo la storia della paura di essere toccata e delle tremende vicende con il padre, e il mio rimprovero sulla linea di condotta della Moseley. Dopo davvero troppe, troppe ripetizioni su quanto Lei non sia pronta per fare sesso, sul fatto che non sa quando e se lo sarà e sui dubbi sul fatto che Lui la aspetterà, all'improvviso durante una festa e con la casa piena di gente succede.... chissà dopo quanti mesi e dopo una fantastica storia di fiducia ed amore eh? una settimana. Seriously?!
Allora perché continuare a ripetere le stesse cose?! perché non evitarle proprio?
NOWORDS.
Dopo aver detto al fratello della relazione e aver riscosso il premio a scuola tutto fila felice e pieno di letto per qualche giorno fino a quando il ritorno in città del padre con una nuova famiglia non sconvolge tutti.
Il declino proprio. 
Avvenimenti assurdi uno dopo l'altro. Come dicevo prima, perché non chiamare la polizia o quanto meno parlare con i genitori di Liam? si esistono e si non sanno nulla proprio su nulla. Lasciamo che accadano cose ridicole che si potevano evitare e buttiamole giù a casaccio.

Non posso entrare nei dettagli se no rischio di rovinarvi la lettura, se ancora vorrete provare l'ebrezza, ma posso dire che non può inserire elementi e colpi di scena che davvero non c'entrano nulla, trattarli così male e superficialmente per poi provvedere facendo accadere un disastro dopo l'altro. 

La fine è stata quanto meno decente ma molto affrettata e sconclusionata...
Probabilmente del libro le cose che mi sono piaciute di più sono stati i capitoli dal punto di vista di Liam, che per lo meno, erano più sensati, maturi e interessanti.

A mente fredda, tutto il libro mi è sembrato una fanfiction di una quindicenne alle prime armi. Una di quelle scritte senza sapere e senza riflettere. Poteva essere un gran romanzo con queste tematiche ma è stato trattato davvero in modo frettoloso e superficiale. Peccato. 
Oh e scusate per la confusione di questa recensione, ho iniziato a scrivere di getto...Uh e la cover era meglio intera come quella americana.

xoxo -J


Nessun commento:

Posta un commento