sabato, gennaio 31, 2015

Dieci Piccoli Respiri di K.A Tucker


Buon pomeriggio gente, forse è meglio dire buonasera!
Dieci Piccoli Respiri di K.A Tucker, libro di cui ho molto sentito parlare e anche abbastanza bene. La sua uscita risale a questa estate, io sono riuscita ad acquistarlo solo ora. Desiderato tanto, surclassato da uscite tanto attese, non è però riuscito quasi per niente a conquistarmi. 


La storia di per se è interessante, poteva essere un gran bel libro, invece viene sviluppata male, neanche troppo, ma abbastanza. Così come i caratteri, i personaggi stessi e anche le emozioni. Non nego però che in certi momenti le emozioni sono si, descritte e studiate al quanto bene. Alcuni dettagli della storia erano pressoché inverosimili tra l'altro. Altri invece molto esagerati e inopportuni. 
I personaggi all'inizio del libro convincono abbastanza, man mano che si va avanti però, lasciano al quanto a desiderare. 
Non lo so, già dal terzo o quarto capitolo la protagonista mi sembrava un po' strana, voglio dire sembra quasi una pazza. Capisco la responsabilità della sorella, capisco che deve provvedere al loro futuro e capisco il trauma che ha subito ma, è eccessiva. Non so nemmeno come spiegarlo. 
All'inizio mi piaceva, una ragazza che ha sofferto e sta soffrendo, ma che ha trovato la forza di andarsene con la sorella, ricominciare. Anche la parte dove Kacey ammette di aver innalzato un muro per i sentimenti esterni, sia la parte poco distante dove la ragazza capisce di essersi affezionata senza accorgersene alle sue giovani vicine. Il problema spunta quando a metà libro incominciano gli alti e i bassi, che possono anche starci vista la situazione, che però non hanno ne capo ne coda. Sono senza significato, azioni e comportamenti del tutto distanti gli uni dagli altri pagina dopo pagina.  
Gli altri personaggi rimangono abbastanza marginali, non vengono molto approfonditi e non so cosa c'entrino a questo punto. 
Per quanto riguarda il personaggio maschile di questo libro, Trent, bel nome, è un tantino fuori di testa anche Lui, cambi repentini di umore e strani comportamenti, ma direi sempre meglio di Kacey. 
Il finale un po' eccessivo, di sicuro sono rimasta senza parole, non male come idea, anzi. Ma anche qui poteva essere trattato tutto meglio. Il tutto è anche molto veloce e confuso. 
Il lato positivo sono le battute al vetriolo, le scene divertenti, le scene piccanti abbastanza carine e il lato acido, arrogante e malizioso di Kacey e Trent.

Diciamo che le premesse c'erano, la scrittura della Tucker anche, il problema è che secondo me ha realizzato male il tutto. Un vero peccato. Di sicuro con la traduzione un po' si perde, ma non fino a questo punto. 
Nel complesso comunque non è una brutta lettura, la tematica è bella forte, parliamo della pericolo e delle conseguenza molto estese su chi si mette ubriaco al volante, e questa parte è resa molto bene. 
Se non si fa' caso nei cambi repentini di umore e decisioni, se non si nota la confusione generale e qualche scelta senza senso... La lettura risulta comunque abbastanza scorrevole e piacevole. 
Non mi sento ne di sconsigliare ne di consigliare questo libro, certo avrei potuto trovare di meglio ma, lo volevo leggere e va bene cosi. 

xoxo -J

Nessun commento:

Posta un commento