sabato, novembre 08, 2014

Per Sempre insieme di Jessica Sorensen


Dio mio, la Sorensen mi emoziona sempre, ho letto questo ultimo libro in un giorno, involontariamente ovviamente visto che amo trascinare all'infinito una storia... 


L'ultimo libro sulla travagliata storia d'amore epica fra Micha ed Ella, che ha intrattenuto i nostri cuori facendoci soffrire e trepidare con i protagonisti, facendoci preoccupare, arrabbiare, divertire e disperare con loro... Di sicuro lo ha fatto con me... 
Anche se ora, dopo settimane dalla lettura, mi accorgo che questo ultimo libro è stato quasi meno travagliato ed emozionante dei precedenti, anche se il suo lo ha dato.
Il problema è che la storia per quanto bella sia, sta andando avanti da troppo, non che mi dispiaccia visto quanto amo questa serie ma, il troppo stroppia no?  sta diventando ripetitivo, soprattutto la depressione e le paranoie di Ella e la troppa condiscendenza di Micha... 

Certamente ricco di momenti molto belli, come i ricordi dei due protagonisti su quando erano piccoli ed i primi passi che avrebbero poi creato la loro grande amicizia e amore, ed i momenti persi di cui non abbiamo mai avuto risposte nel primo libro come quella fatidica notte sul ponte oppure la storia su come e chi ha avuto l'idea del loro tatuaggio... Momenti in famiglia, in particolare molto carini quelli con la non più troppo disastrosa famiglia di Ella. Per lo più il libro è un miscuglio di sentimenti che Ella dovrà affrontare per passare oltre a tutto il dolore che ha vissuto, hai tremendi momenti che la legano alla madre con un doppio filo, finalmente capirà che non è stata Lei la causa della morte della madre e dell'alcolismo del padre. Inizierà a mala pena ad avere un nuovo rapporto con loro, e, grazie al cielo, la smetterà di creare problemi a Micha con stupide paranoie e/o colpe e autocommiserazioni e potranno finalmente iniziare una felice e tranquilla vita insieme smettendola di sprofondare nel dolore e di ignorare il luogo dove sono nati e cresciuti per quanto squalido e povero... Tralasciamo il fatto che non si presenta al suo matrimonio solo per aver cambiato idea sul fatto di non volere la famiglia vicino, ma dovevi per forza lasciare quel povero ragazzo sull'altare? mi sto ancora domandando che ha nel cervello quella ragazza. Adesso vuole farlo vicino alla madre. Oddio! I nervi che mi fa' venire in questo libro sono illimitati, povero Micha, per fortuna che ha capito di dover lasciare andare il passato... Ma per fortuna.

Si, sembra che io l'abbia odiato, in realtà l'ho letto in un giorno anche scorrevolmente, nel complesso ovviamente dopo aver letto i precedenti libri bisogna leggerlo, è pur sempre la Sorensen che scrive molto tranquillamente e molto fresco, certo spero che nella versione originale alcune parole non siano così scurrili come sono state tradotte ma... Una lettura piacevole a discapito di quello che ho scritto qui sopra ahah c'è sempre Micha e qualche scena molto divertente, e dolce...

xoxo -J

Nessun commento:

Posta un commento