mercoledì, giugno 11, 2014

Dalla carta allo Schermo #7 Un Ottima Annata, I Sublimi Segreti delle YaYa Sisters, Sono il Numero Quattro e Come l'acqua per gli Elefanti


Ciaooo a tutti cari ragazzi, se poi ci siete, fatevi sentireee, in questa tremendamente afosa serata mi sono ricorda un paio di film che guarda caso sono tratti da dei libri... e allora, visto che io l'ho scoperto dopo varie ricerche, perchè non dirlo subito anche a voi? bene, procediamo allora!


"Amabili Resti" di Alice Sebold 2002, Peter Jackson 2009.

Susie è stata assassinata da un serial killer che abita a due passi da casa. È stata adescata da quest'uomo dall'aria perbene, che la stupra, poi fa a pezzi il cadavere e nasconde i resti in cantina. Il racconto è affidato alla voce di Susie, che dopo la morte narra dal suo cielo la vicenda con inedito effetto straniante.  Susie che ci racconta tutto questo, aumentando così la nostra partecipazione emotiva. Lei "fa il tifo" per suo padre quando, opponendosi alla svolta che hanno prese le indagini della polizia, capisce chi è il vero assassino e, pur non avendo le prove, cerca d'incastrarlo. Un romanzo che commuove senza mai indulgere a sentimentalismi. Le vite dei genitori, dei fratelli e degli amici di Susie, spezzate dalla sua tragica scomparsa, vengono raccontate con lo spirito allegro e senza compromessi dell'adolescenza. E Susie aiuterà tutti, i lettori per primi, a riconciliarsi con il dolore del mondo.
(Ho visto il film e ho letto il libro, il film lo rende reale con tutti gli effetti speciali che ama Jackson e lo rende anzi, magico..)

"Acqua agli Elefanti" di Sara Gruen 2006, Francis Lawrence 2011.

Nella piccola città di provincia dove vive Jacob Jankowski, studente di veterinaria, passa il treno che trasporta il "Benzini Brothers Most Spectacular Show on Earth", un circo scalcagnato, con leoni rinsecchiti, freaks affamati e un sadico, volubile direttore e domatore: August Rosenbluth, che sfama le bestie feroci eliminando di volta in volta di nascosto uno dei cavalli della sua affascinante moglie: la splendida Marlena, la star del Benzini Brothers, la ragazza che lascia ogni sera stupefatti gli spettatori coi suoi incredibili numeri acrobatici ed equestri. Jacob capita sul treno del Benzini Brothers per puro caso. E' in fuga da tutto e da tutti dopo l'improvvisa morte dei genitori in un incidente. In quel mondo, governato da un rigido sistema di casta, Jacob se ne starebbe tranquillamente al suo posto se due seducenti figure non lo turbassero profondamente: Marlena, la bellissima e sensibile acrobata e cavallerizza, e Rosie, l'immensa, pacifica elefantessa che brama limonate e sembra incapace di obbedire al più semplice dei comandi. Un turbamento pericoloso, visto che sia Marlena che Rosie sono in balia della sua gelosia, dei suoi instabili umori e della sua inarrestabile violenza.



"Sono il Numero Quattro" di Lore Pittacus 2010, D.J Caruso 2011.

Siamo arrivati in nove. In apparenza, siamo uguali a voi: vestiamo come voi. parliamo come voi, viviamo come voi. Ma non siamo affatto come voi. Siamo in grado di fare cose che voi non potete neanche sognare. Abbiamo poteri che voi non riuscite neanche a immaginare. Siamo più forti, più veloci e più abili di qualsiasi essere vivente del vostro pianeta. Avete presente i supereroi dei fumetti e quelli che ammirate al cinema? Una cosa del genere, però con una grossa differenza: noi siamo reali. Ci siamo rifugiati sulla Terra e ci siamo divisi per prepararci: dovevamo allenarci, scoprire tutti i nostri poteri e imparare a usarli. Poi ci saremmo riuniti, tutti e nove, e saremmo stati pronti. A combatterli. Ma loro hanno scoperto che siamo qui e adesso ci stanno dando la caccia. Attualmente mi faccio chiamare John Smith, e mi nascondo a Paradise, in Ohio. Credevo di essere al sicuro, ma ho commesso un errore gravissimo: mi sono innamorato di una mia compagna di scuola. E non potevo scegliere un momento peggiore. Perché loro hanno preso il Numero Uno in Malesia. Il Numero Due in Inghilterra. Il Numero Tre in Kenya. E li hanno uccisi. Io sono il Numero Quattro, lo sono il prossimo...
(Il film è senz'altro più coinvolgente e convincente del libro... Quanto amore per Alex???)


"I Sublimi segreti delle Ya-Ya Sisters" di Rebecca Wells 1996, Calli Khouri 2002

Sidda Walker, giovane scrittrice e commediografa, si è da poco trasferita a New York per allontanarsi dalla Lousiana e dalla tanto odiata madre Vivi. Da troppo tempo Vivi nasconde un passato pieno di sofferenze che l'hanno portata ad un comportamento duro nei confronti della figlia. Quando ormai la rottura tra le due sembra essere arrivata all'apice, un gruppo di ex-amiche di Vivi, le Ya-Ya Sisters, torna in scena, rapendo Sidda e mostrandole il passato e la giovinezza della madre, aiutandola a capire il suo comportamento e il suo estremo anticonformismo.
(Non ho avuto il piacere di leggere il libro ma il film di Khouri è emozionante a dir poco...)


"Un Ottima Annata" di Peter Mayle 2006, Ridley Scott 2006.

Max Skinner è uno dei più bravi broker finanziari londinesi. Appresa la notizia della morte di un suo zio che non vede e non sente da alcuni anni, deve trasferirsi in Provenza per risolvere le questioni legate all'eredità, in quanto risulta l'unico erede. Una volta arrivato in Francia, i ricordi delle vacanze trascorse in gioventù si rifanno vivi, così come le persone conosciute in quei periodi. Mentre Max sta decidendo cosa farne della vigna e del castello lasciato in eredità dallo zio, visto anche che è stato sospeso dal suo lavoro a Londra, si fa viva una ventenne californiana, Christie Roberts, che dice di essere la figlia illegittima dello zio, e, se questo fosse vero, per la legge francese, anche l'unica erede...
(Film che non smetto mai di vedere ed adorare...Speriamo che anche il libro sia cosi... ahhh la Cotillard*)

xoxo -J

Nessun commento:

Posta un commento