venerdì, febbraio 08, 2013

Domeniche da Tiffany di James Patterson...

Buongiorno favolosa gente! oggi volevo farvi conosce una fantastico libro di James Patterson scritto a quattro mani con Gabrielle Charbonett, ma devo dire come molti dei suoi libri, "Domeniche da Tiffany".
Trama:
"Ogni particolare di quelle domeniche pomeriggio è custodito con cura nella mia memoria... ovvio che stessi bene in quelle domeniche, ero con Micheal. Micheal il migliore amico al mondo."
Jane è una bambina solitaria e sensibile. Sua madre potente manager di una compagnia teatrale di Broadway, non ha tempo per lei presa com'è dal suo lavoro. Per fortuna c'è Micheal, un giovane gentile, comprensivo e divertente che tutte le mattina l'accompagna a scuola e trascorre tanto ore con lei.Ma sola la piccola puo' vederlo, perche' Micheal è il suo amico immaginario.E come ogni amico immaginario il suo compito è quello di accudire la piccola fino ai nove anni di eta'. Eppure molti anni dopo accade l'impossibile: Jane e Micheal si incontrano a New York. Sono passati piu' di vent'anni ma lui è identico, inconfondibile. Jane pensa di essere impazzita: Micheal esiste davvero? è un uomo? un angelo? Ma infondo che importanza ha? Quel che conta è che Micheal è tornato e che Jane è innamorata di lui... 
Devo dire che come mi è gia capitato con un libro di James Patterson, la lettura è stata piacevolmente scorrevole e molto lineare. Passiamo dalla voce narrante di Micheal a quella di Jane senza sbalzi bruschi. 
Il romanzo inizia con la stessa Jane che racconta di quando era piccola, felice con Micheal qualche giorno prima del suo nono compleanno, leggeremo di come Micheal dovra' andarsene al compito dei nove anni della piccola, di come lei dovra' dimenticarsi di lui per rendere la sua vita' futura migliore, leggeremo dei giochi dei due e di come la piccola Jane si aggrappasse a quest'amicizia per scampare alla madre troppo impegnata a creare il suo impero teatrale che a badare alla piccola. 
Riprenderemo poi la vicenda con una Jane adulta che lavora presso la madre, la vedremo impegnata a portare sul grande schermo la sua commedia Thanks Heaven ispirata alla sua storia con Micheal, si Jane non si è mai dimenticata di lui, la vita di Jane continua con la sua ingenuita' e la sua sensibilita', la troveremo anche fidanzata con attore frivolo e opportunista, che le chiedera' di sposarlo solo per la parte nella commedia, lei ovviamente non lo ama ma si è lasciata trasportare dalla corrente. Ma ad un certo punto della storia Jane ritrovera' Micheal al loro solito posto, la All di un albergo lussuoso a pochi passi da Tiffany. Micheal, che fra un incarico e l'altro ha un periodo di pausa, sara' distratto dall'insolito fatto di ritrovare sulla sua strada la sua piccola Jane, un insolito fatto perche' non è mai successo di ritrovare i suoi bambini da adulti. Vedremo Micheal cercare di lottare con se stesso per non mandare avanti questo strano fatto, lottare invano perche alla fine cedera' e si lasciera' trasportare da questa cosa. Vedremo Jane riprendere il controllo della sua vita' lasciare il lavoro con la madre, dare il ben servito, era ora, al bel attorino e tornare la spensierata ragazza di un tempo, solo con un nuovo sentimento dentro se. Alla fine capiremo il motivo del ritorno in scena di Micheal e vedremo anche una svolta nel rapporto con Jane, ovviamente direi io. 
Beh a dadi tratti direi che sono molto entusiasta di questo libro, non potevo chiedere di meglio da James Patterson, c'è una cosa che ho capito essere un piccolo difetto, direi io, tende ha concludere un capitolo dopo solo una pagina e mezza, ma possiamo passare oltre! 
Questo libro è entusiasmante, emozionante, ricco di amore e amicizia, avvincente e pieno di sentimento per ogni cosa luogo o persona che sia.
James Patterson scrive come stesse parlando della sua stessa vita', come se fosse nei panni di Jane o delle donne stesse.
 Non è la prima volta che leggo uno dei suoi libri e adoro il modo in cui le parole scorrono fluide, le vicende ti trascina fra le pagine come se le stessi vivendo tu stesso, i personaggi diventano tuoi compagni d'armi, o meglio, tu diventi un loro compagno d'armi, stai con il fiato sospeso per tutto il tempo. Patterson fa vivere le tue emozioni con le loro.
In un altro post parlero' del primo libro della serie "Le donne del club omicidi" Primo a morire thriller poliziesco pieno di sospance e molto emozionante di Patterson.
Spero di aver detto tutto su questo libro e sul modo di scrivere di J:P, anche se non credo che di un grande scrittore come lui si possa dire tutto in quattro righe.
Ci sentiamo presto ragazzi, appena finiro' un altro libro! -J xoxo

Nessun commento:

Posta un commento